STANDARD E NORMATIVE

Standard ICCD

Gli Standard per i Beni Naturalistici definiti dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD), nell’ambito di un Protocollo di Intesa tra il Ministero per i Beni e le attività Culturali (MiBAC), la Conferenza dei rettori delle Università Italiane (CRUI), l’Ente per le Nuove Tecnologie, l’Energia e l’Ambiente (ENEA) e l’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS), hanno valore normativo per la catalogazione dei beni museali naturalistici italiani. Comprendono normative, strumenti di supporto e controllo e un insieme di regole finalizzati alla registrazione dei dati secondo criteri che consentono l’interscambio delle informazioni in modo uniformato a livello nazionale, nell’ambito del Sistema Informativo Generale del Catalogo (SIGEC). Attualmente sono oggetto di un progetto CRUI per l’allineamento dei dati delle collezioni universitarie.

Standard ABCD

Lo Standard ABCD (Access to Biological Collection Data) è stato ratificato nell’ambito dei Biodiversity Information Standards (TDWG) quale formato comprensivo per l’accesso e lo scambio di dati relativi ai reperti e a dati di tipo osservativo. Comprende campi per la descrizione di un’ampia gamma di dati relativi agli esemplari museali, collezioni tissutali, collezioni viventi, campionamento (dati osservativi, mapping floristici o faunistici), reperti di DNA, campioni di sostanze naturali, etc. Compatibile con numerosi standard esistenti, è adottato nel portale GBIF (Global Biodiversity Information Facility) e nel portale europeo BioCASE (Biological Collection Access Service) ed è allo studio quale possibile standard di riferimento nel progetto del Sistema Informativo Ambiente 2010 del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Standard ABCDEFG

Lo Standard ABCDEFG (ABCD Extended For Geosciences) costituisce un’estensione di ABCD applicato alle scienze della Terra. In attesa di ratifica da parte di GBIF, lo schema fornirà in prospettiva un formato comune per l’accesso e lo scambio di dati relativi a collezioni di geologia, mineralogia e paleontologia. Attualmente utilizzato per l’accesso a collezioni di numerose istituzioni europee attraverso il portale GeoCASE (Geoscientific Collection Access Service) una versione estesa del portale europeo BioCASE.

Standard NCD

Lo Standard NCD (Natural Collections Descriptions) nella versione disponibile (0.9) è tuttora in draft. È stato prodotto nell’ambito dei Biodiversity Information Standards (TDWG) quale formato per la descrizione dei materiali dei musei naturalistici (reperti, immagini, dati osservativi) a livello del macrodato “collezione”. Lo standard è attualmente in fase di ratifica da parte del GBIF. La versione definitiva (1.0) sarà parte integrante del Global Biodiversity Resources Discovery System nel Portale GBIF e renderà accessibili dati sulle collezioni di musei e altre istituzioni a livello globale.