Pernice di Mare

Scheda didattica N°: 25

Nome Scientifico: Glareola pratincola (Linnaeus, 1766)

Descrizione:

La Pernice di mare appartiene alla famiglia Glareolidae, che raggruppa 17 specie viventi, di cui solo due presenti abitualmente in Europa. È un limicolo di piccole-medie dimensioni (25 cm di lunghezza) di forma slanciata e zampe piuttosto corte. I sessi sono simili. Il dorso è bruno, con il groppone, parte della coda e ventre bianchi. Caratteristico è il collarino nero che, partendo dall’occhio, delimita la gola e una parte del petto color crema. Le zampe e la punta della coda sono nere. La parte interna dell’ala è bruno-rossiccia con una linea bianca sulle remiganti secondarie, carattere che la fa distinguere dalla Pernice di mare orientale, specie accidentale in Italia.

In volo può essere scambiata per una sterna, per le ali strette e appuntite e per la coda forcuta. A terra corre velocemente tenendo il corpo orizzontale.  È una specie gregaria per tutto l’anno e durante il periodo riproduttivo nidifica in colonie formate da alcune decine di individui, a volte insieme ad altre specie di limicoli.

Distribuzione ed habitat:

La specie ha una distribuzione paleartica (dalla Spagna all’Asia centrale e nord Africa) e Africa sub-sahariana. Dato l’ampio areale di presenza, ne sono state descritte diverse sottospecie. In Italia è migratrice regolare, nidificante ed estivante, conpresenza molto localizzata in Sardegna, Sicilia ed Emilia Romagna. In tempi storici era considerata nidificante occasionale anche in Toscana. Non sono riportate segnalazioni di nidificazione per il Lazio, regione in cui è solo migratrice.

Per la nidificazione predilige gli ambienti umidi salmastri (paludi costiere e lagune) ma anche estuari e piane alluvionali a basso impatto antropico, oltre che campi coltivati, sempre in prossimità di paludi e pantani.

Preda insetti in volo.

Conservazione:

Per una specie che ha un così ampio areale non è facile assegnare uno status di conservazione. Nonostante in alcune zone dell’areale si sia registrato il decremento delle popolazioni, il declino non è considerato così rapido da far ritenere necessaria l’assegnazione alla categoria VU (Vulnerabile). La specie è quindi stata ritenuta fluttuante e per questo classificata come LC (Rischio minimo).

Sono molte le azioni che minacciano la specie in tutto il suo areale: la distruzione degli habitat (in particolare le zone umide); l’utilizzo di pesticidi in agricoltura; la regolamentazione delle acque; il bracconaggio e il disturbo delle colonie; i problemi ambientali nei siti di svernamento nell’Africa Sub sahariana.

Collezione: Nella collezione Aldobrandini è presente un adulto in abito estivo.

Mappa di distribuzione: http://datazone.birdlife.org/species/factsheet/collared-pratincole-glareola-pratincola

Url: https://www.youtube.com/watch?v=QZFzq8CfMiE

Mappa di distribuzione offerta da

birdlife-logo