Quattrocchi

Scheda didattica N°: 14

Nome Scientifico: Bucephala clangula, Linnaeus 1758

Descrizione:

Il Quattrocchi è un’anatra tuffatrice di media grandezza (ca. 45-50 cm) appartenente alla famiglia Anatidae.

I sessi sono diversi. Il piumaggio del maschio è prevalentemente bicolore, bianco e nero; collo e parti inferiori bianche, coda e dorso neri con scapolari a strisce; la testa è nero e verde lucente, di forma triangolare con il vertice appuntito, becco corto e nero. Si distingue per una larga macchia bianca ovale sulla testa tra becco ed occhio. La femmina ha invece un piumaggio grigio macchiato nelle parti superiori, la testa color cioccolato-bruno, collare bianco e larghe macchie alari quadrate bianche. Gli individui di entrambi i sessi presentano zampe arancioni ed occhi giallo oro.

Distribuzione ed habitat:

Specie migratrice a distribuzione oloartica. Nidifica nelle foreste boreali di Scandinavia, Europa orientale, Russia, Mongolia, Cina settentrionale, Canada, Alaska e Stati Uniti settentrionali.

L’areale di svernamento è altrettanto ampio, e comprende le coste del nord Europa, incluso il Regno Unito, le zone umide costiere e interne dell’Europa sud-orientale (ad es. La Turchia) e l’Asia centrale, le coste della Cina orientale, la Corea, il Giappone e la penisola di Kamchatka (Russia), la costa del Pacifico del Canada e la costa dell’Alaska e nell’entroterra degli Stati Uniti.

In Italia è migratore regolare e svernante da novembre a marzo, principalmente nelle lagune e nei   litorali dell’alto Adriatico.   Gli   individui   presenti   nel   nostro   Paese   provengono   principalmente dalle popolazioni scandinave.

Sverna vicino in acque marine costiere poco profonde, localmente nelle vicinanze di fiumi, laghi, bacini artificiali e torbiere.

Nidifica lungo le rive di stagni, fiumi, paludi con acqua profonda, circondate da boschi. È molto importante che vi siano vecchi alberi, ricchi di cavità, poste anche a 15 m da terra, in cui posizionare il nido, che sarà ricoperto con le morbide piume della femmina. La nidificazione avviene da dicembre ad aprile.

Larve di insetti e piccoli molluschi costituiscono la parte fondamentale della dieta del Quattrocchi, che tuffandosi in profondità va alla ricerca anche di vegetazione acquatica.

Conservazione:

La specie è valutata nella categoria LC (Minor rischio) a livello globale in quanto ha un areale di distribuzione molto vasto, la popolazione è numericamente valida e non si registra alcun tipo di declino.

In Italia le principali minacce sono determinate dal disturbo antropico dovuto alla pesca dei bivalvi, alla navigazione da diporto e dall’attività venatoria.

Collezione: Nella Collezione Aldobrandini sono presenti due maschi (uno dei quali catturato ad Ostia in primavera) e una femmina/giovane, che come il secondo maschio proviene dalla Campagna Romana.

Mappa di distribuzione: http://datazone.birdlife.org/species/factsheet/common-goldeneye-bucephala-clangula/distribution

Url: https://www.youtube.com/watch?v=FtPYh1bJako

Mappa di distribuzione offerta da

birdlife-logo